Home Web link

Mostra # 
1 Firriato
Agli inizi degli anni 80 la passione enologica di Salvatore Di Gaetano viene attratta da un luogo particolare,
la contrada del Firriato, nell’agro straordinario della città di Trapani, un territorio agricolo segnato profondamente dalla coltivazione della vite e dalla cultura del vino, posto tra il mare, bellissimo,
della costa trapanese e la rocca, maestosa, dell’antica città di Erice.
1258
2 Terredora
“Da un'antica e ricca tradizione la passione che anima il presente" Terredora è una storia antica di uomini forti e tenaci legati alle Terre di Campania da un'atavica passione per la coltivazione della vite. E', dunque, la continuitàdi un progetto che da sempre pone al centro delle iniziative della nostra famiglia la Terra e l'insieme di ...
1362
3 Servetti
1107
4 Jacopo Biondi Santi
1279
5 Feudi di San Gregorio
Fondata nel 1986, Feudi di San Gregorio è oggi il marchio simbolo del rinascimento enologico del meridione d'Italia e di una cultura del bere volta a riscoprire l'identità dei sapori mediterranei. Salvaguardare la tradizione ricercandone tutte le potenzialità. Valorizzare i vitigni del Sud Italia come l'Aglianico, il Fiano di Avellino e il Greco di Tufo, investire nella terra e nella tradizione secolare della viticultura irpina, restituendo un futuro ad un patrimonio ambientale unico. Oggi Feudi di San Gregorio è - e vuole essere sempre di più - un luogo d'incontro, di confronto, di conoscenza, di meditazione, un laboratorio di idee e cultura.
1196
6 Prunotto
Nel 1904, nella sala consiliare del comune di Serralunga, alla presenza del Notaio Giacomo Oddero e del giovane teste Alfredo Prunotto, viene fondata la Cantina Sociale "Ai Vini delle Langhe". Fra i partecipanti all'atto costitutivo vi sono personaggi che hanno lasciato un segno nelle vicende di Alba e dei comuni di langa e molti piccoli produttori di zona.
1327
7 Villa Canestrari
L'Azienda che dagli anni '90 ha preso il nome di "Villa Canestrari", è nata dalla fusione dell'azienda Bonuzzi, fondata dai bisnonni paterni, a Colognola ai Colli con quella dei nonni materni, Franchi, attiva per quasi un secolo ad Illasi e proprietaria della Villa Canestrari.
1497
8 Hofstätter
La tenuta Hofstätter tiene aperto il proprio portone dalla mattina fino a tarda sera. E lo fa a ragion veduta, visto che ad attendere i visitatori non è soltanto la rinomata enoteca, ma anche il winebar ed il giardino-vigneto, che fanno di questo incantevole angolo anche un piacevole luogo per ritrovarsi, unico nel suo genere in Alto Adige.
1247
9 Dievole
A Dievole il buon vino è la risposta giusta alla giusta domanda, in vigna e in cantina. Un buon vino è perfetta sintesi di uomo e natura. Dievole è la valle fatata, il nostro impegno quello di trovare gli uomini giusti. Tutte le valutazioni, dalla scelta dei capostipiti a quella dei cloni, dalla creazione del percorso vendemmiale alle innovazioni nei vigneti e in cantina, sono determinate da un solo grande scopo, conquistare il diritto a elevarsi, in nome della grande speranza del buon vino: carattere e qualità.
1209
10 Castello Banfi
1196
11 Colterenzio
L'arciduca Sigismundo, residente a Castel Firmiano nel XV secolo, non fu il primo ad apprezzare il buon vino di Colterenzio. Infatti, già attorno al 15 a.C. il colono romano Cornelius riconobbe la straordinaria fertilità di questa terra e decise di stabilirsi qui, gettando così le basi della viticoltura di Colterenzio. Il suo podere "Cornelianum" che diede il nome al paese di Cornaiano, si ergeva su una collina poco distante. L'antica tradizione fu rinnovata nel 1960, quando 28 vignaioli fondarono la cantina di Colterenzio. Contadini di altri villaggi aderirono successivamente all'iniziativa e oggi oltre 290 membri coltivano prestigiose uve su un'area di 300 ettari, che rappresentano i migliori terreni della regione.
1141
12 Negro
Prima di Giovanni Negro, titolare di oggi, nella storia dell’Azienda Agricola Negro Angelo e Figli c’è stato un altro personaggio che ha portato il suo nome. Nell’anno 1670 “…Giovanni Dominico Negro, figlio di Audino…” era proprietario, nella stessa zona dove oggi si trova il podere Perdaudin con i suoi prestigiosi vigneti, di una casa con forno, aia, cantina e filari di viti.
Questa reminiscenza storica, registrata negli archivi storici del comune di Monteu Roero, rimane come traccia indelebile di un passato che già è stato alla ribalta delle cronache, seppure di territorio.
1983
13 Guerci
Dal 1924 ad oggi, ben tre generazioni della stessa famiglia si sono avvicendate al timone di quest’azienda che, partita come piccolo appezzamento, vanta oggi oltre 37 ettari di vigneto.

Essa si avvale di tecnologie altamente avanzate che, abbinate ad un grande rispetto delle tradizioni enologiche, le permettono di poter ottenere una produzione di vini DOC e IGT Oltrepo Pavese.
1117
14 Castelveder
Monticelli Brusati, ridente paese di Franciacorta, si stende da Gaina al Monte Delma, dai boschi cedui del Faét al borgo di Villa, in una sfilata di antiche contrade appese come nuvole sui colli. In questa romantica terra lombarda i signorotti medievali sceglievano i poggi per i loro castelli.
1131